• English
  • Altre lingue:
  • Hotel Tevere [3 stelle], Hotel e Ristorante a Perugia - Umbria, Italy

10 Buoni motivi per venire in Umbria! Il primo: Arte e cultura

Esplora le bellezze naturali di Perugia! Inoltrati nella terra di San Francesco, nel cuore dell’Italia. Perugia è il luogo della natura, delle viste stupende, della cucina ineguagliabile, dei vini esclusivi e della cultura millenaria. Scopri tutto quello che c’è da fare a Perugia e nei dintorni. Sia se trascorrerai a Perugia un breve periodo, sia se stai pianificando una vera e propria vacanza, ti suggeriamo di dare un’occhiata ai migliori luoghi da visitare che abbiamo scelto per te. Questa perla di città custodita dalle verdi colline che la circondano e la proteggono racconta storie millenarie che ti stupiranno… In questo spazio abbiamo deciso di darvi 10 buoni motivi in per visitare Perugia e le sue terre, per venirci a trovare e godervi questa bellissima terra..ed ecco il primo:

PERUGIA E UMBRIA: ARTE E CULTURA

Il primo motivo che vi offriamo questa settimana è per definizione quello artistico-culturale per tutti coloro che amano la bellezza, la raffinatezza e l’estetica; ecco il nostro itinerario studiato per voi facilmente percorribile in una giornata:

Museo Storico Perugina, Perugia, per riscoprire l’arte del gusto e della cioccolata!

bimba cioccolato

Il tuo viaggio nel mondo del cioccolato inizia da qui. Un luogo unico al mondo in cui vivere un’esperienza emozionante: la Casa del Cioccolato Perugina. Un ricco percorso che parte dal Museo Storico attraverso immagini, curiosità, confezioni e filmati per raccontare più di un secolo di arte cioccolatiera italiana, dalla materia prima alle tecniche di lavorazione per scoprire poi le delizie Perugina attraverso una ricca Degustazione, sempre a disposizione dei nostri visitatori. Il viaggio prosegue con la Visita della Fabbrica (compatibilmente con il calendario produttivo) e, per i più golosi ed appassionati, nella Scuola del Cioccolato Perugina dove è possibile creare piccoli capolavori di bontà.

Galleria Nazionale dell’Umbria, Perugia, la pinacoteca più importante del centro Italia!

galleria nazionale dell'UmbriaL’importante collezione, la più completa della regione, espone in sequenza cronologica e articolata per scuole la produzione di artisti operanti sul territorio dal XIII al XIX secolo. Il percorso inizia con la scultura duecentesca, testimoniata tra l’altro dalle cinque sculture di Arnolfo di Cambio, per arrivare fino al Seicento attraversando secolo per secolo e riportando le principali testimonianze di pittura e scultura. Tra le opere presenti  “Madonna col Bambino” di Duccio di Buoninsegna e il “polittico di Montelabate, firmato da Meo da Siena verso il 1317,  “Madonna col Bambino e angeli” di Gentile da Fabriano, “polittico di Pietralunga” di Ottaviano Nelli. Particolare rilievo assumono nel percorso espositivo le opere del Perugino, tra le quali la “tavoletta” facente parte della cosiddetta nicchia di S. Bernardino e il “polittico di S. Agostino”, capolavoro della maturità.

Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno

centro italiano arte contemporaneaIl complesso architettonico è costituito da un parallelepipedo rivestito in corten che conferisce ai volumi esterni il classico colore ruggine del materiale. Privo di finestratura, si sviluppa su tre piani e prende luce da un lucernario centrale posto su pilastri che scandiscono la volumetria degli interni. Lo schema si caratterizza per la sua semplicità e il suo rigore. Protagonisti la luce e lo spazio, l’edificio si colloca tra l’abside medievale della chiesa di S. Francesco e le costruzioni liberty di via del campanile, determinando, in pieno centro storico, un impatto armonico che unisce l’antico al nuovo con contrasto stimolante.

 Le sale espositive sono disposte su due piani. La terrazza ospiterà opere specific-site. Gli spazi a piano terra sono destinati ad esposizione e a luogo di incontro per eventi culturali, proiezioni, conferenze. La continuità urbanistica con l’environment esteriore prefigurerà un indotto polivalente e dinamico coerente con la missione culturale del Centro.

 

 

Palazzo dei Consoli, Gubbio, uno dei più famosi e importanti Palazzi Pubblici d’Italia che domina tutta la valle!

palazzo consoli gubbio Il Palazzo de Consoli costituisce con il complesso di Piazza Grande e Palazzo del Podestà una tra le più maestose e ardite realizzazioni urbanistiche medievali. Costruito al centro della città, l’antico palazzo di Governo rappresenta la grandiosità del progetto politico e istituzionale del Comune Eugubino al principio del XIV secolo. Irrinunciabile meta negli itinerari regionali, l’edificio è considerato il principale polo museale della città di Gubbio. La raccolta museale allestita su diversi piani, illustra la storia e la cultura locale dalla preistoria al XX sec. Di assoluto rilievo e fama internazionale sono le Tavole iguvine, sette lastre di bronzo su cui è iscritto il più importante testo in lingua umbra e la più estesa descrizione di riti religiosi che il mondo occidentale antico abbia mai restituito. Le Tavole rappresentano il cuore di una collezione archeologica tra le più ricche dell’Umbria con reperti risalenti all’epoca umbra e romana. Le sale del piano nobile ospitano la pinacoteca ricca di dipinti su tavola e tela principalmente di scuola umbra, databili dal tardo Duecento all’Ottocento.

Degni di nota sono il Reliquiario miniato (XIV sec.), il Crocifisso ligneo di scuola giottesca opera del Maestro della Croce di Gubbio, il Gonfalone realizato da Sinibaldo Ibi, artista seguace del Perugino e l’Immacolata Concezione di Francesco Signorelli.

Pinacoteca Comunale, Città di Castello

pinacoteca comunale Città di castello Palazzo Vitelli, che ospita al suo interno la Pinacoteca comunale, riaperta al pubblico nel 1995, si trova al centro di Città di castello, prossimo alle mura urbiche, in via della Cannoniera. Suddivisa in ventisei sale, cui si aggiungono ulteriori spazi espositivi dedicati a mostre temporanee, la pinacoteca comprende opere dal XIV al XX secolo che testimoniano la vitalità artistica dell’area, al centro di importanti vie di comunicazione e di scambi culturali tra aree diverse, pregevoli opere di artisti in gran parte forestieri: Raffaello, Luca Signorelli, Domenico Ghirlandaio, Andrea Della Robbia, Lorenzo Ghiberti, Antonio Vivarini, Raffaellino del Colle, Pomarancio e Santi di Tito. In ambienti inaugurati nel 2006 trovano sede tre importanti donazioni: la gipsoteca dello scultore tifernate Elmo Palazzi, una collezione di bronzi realizzati da Bruno Bartoccini, e la collezione Ruggieri, che raccoglie una ventina di quadri di artisti italiani del Novecento.

Si…..forse siamo stati un pò arditi….1 giornata potrebbe non bastare….. 🙂

I prossimi appuntamenti sul BLOG:

ENOGASTRONOMIA

NATURA

SPORT

PERCORSI RELIGIOSI

PER I BAMBINI

LE VIE DELLO SHOPPING

GOLF

BENESSERE

TRADIZIONI

Stay tuned…….

Blog
Questo articolo è stato letto 2.145 volte.

Lascia un Commento

Newsletter

Inserisci la tua email per essere aggiornato sulle nostre offerte

Privacy

  • Seguici su

    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • Instagram
    • Youtube
    • Feed RSS
    • WhatsApp
    • PayPal
    • Tripadvisor
    • Mediaset Premium